Viaggio a Monaco: Parte II

Salve a tutti lettori,

eccoci qui con la seconda parte del diario del mio viaggio a Monaco, e oggi vi voglio parlare della visita al campo di concentramento di Dachau. Vi chiedo scusa in anticipo per la lunghezza infinita di questo articolo, ma un posto come questo merita senza dubbio molto spazio…

Dachau, aperto il 22 marzo 1933 su iniziativa del comandante Heinrich Himmler, fu il primo campo di concentramento, nonché l’unico rimasto intatto e attivo per tutti gli anni di durata del regime nazista, e venne preso da modello per la costruzione dei successivi.  Meno di un mese dopo la sua apertura, la polizia bavarese che si occupava in principio della gestione del campo, venne sostituita dalle SS, che iniziarono a seminare il terrore. Lungo il viale che porta all’entrata di questo luogo immenso, si trova oggi la caffetteria e l’ufficio informazioni, dove vengono distribuite le audio guide in tutte le lingue e una brochure che aiuta a seguire il percorso all’interno del campo. La guida spiega dettagliatamente passo per passo ciò che avveniva all’interno di quest’area; saltuariamente si trovano lungo il percorso dei tabelloni che ritraggono foto dell’epoca e raccontano dettagli specifici.

dachao1

Nella foto qui in basso potete vedere l’entrata nel campo e una delle torri di controllo. Devo confidarvi che sono rimasta inorridita davanti allo spettacolo di turisti in posa con tanto di sorrisi intenti a farsi scattare delle foto con questo sfondo… rimango sempre incredula di fronte alla totale mancanza di tatto, sensibilità e rispetto che spesso la gente dimostra di avere…ma andiamo avanti!dachao2La Jourhaus era l’uscita principale e ingresso al campo dei prigionieri, nonché sede principale delle SS. Il cancello di ferro attraverso il quale passavano i prigionieri recava la scritta “Arbeit Macht Frei” ossia, “Il lavoro rende liberi”. L’obiettivo della propaganda nazista era ovviamente quello di sminuire e nascondere il vero intento del campo di concentramento, presentandolo piuttosto come un luogo di lavoro e di rieducazione: ma il lavoro forzato veniva di fatto utilizzato come metodo di tortura e diffusione del terrore.

dachao3Nel cartello qui in basso, posto subito di fronte all’entrata, viene riportata questa foto, dalla quale spicca immediatamente come anche questa omologazione esteriore, questo farli apparire tutti uguali, fosse un’ulteriore modo di sottolineare l’annullamento della dignità, dell’individualità e dell’autodeterminazione di queste persone.

dachao4Qui viene invece ritratto il Wirtschaftsgebäude, ovvero la casa di manutenzione, che gli stessi detenuti costruirono tra il 1937 e il 1938, durante i lavori di riqualificazione e ampliamento del campo che lo portarono poi alla forma che mantenne fino alla fine. Di fronte all’edifico si trova la Piazza dell’appello: qui i prigionieri  dovevano radunarsi ogni mattino e ogni sera per il lunghissimo appello, durante il quale erano posizionati di fronte alla scritta dipinta sul tetto dell’edificio, la quale recitava: “C’è un cammino verso la libertà. Le sue tappe sono: l’obbedienza, l’onestà, la pulizia, la sobrietà, la diligenza, l’ordine, lo spirito di sacrificio, la veridicità, l’amore per la patria”.  L’edificio conteneva  magazzini, laboratori, la cucina, la lavanderia e il cosiddetto “Schumbraum”, ovvero i “bagni dei prigionieri”, dove i detenuti venivano registrati appena arrivati al campo di concentramento.

dachao5

 

Nelle vecchie stanze dell’edificio si trova oggi la mostra che documenta la storia di questo campo di concentramento. La mostra è suddivisa attraverso le varie stanze, ciascuna delle quali ripercorre una tappa di ciò che avveniva in questo luogo. In una delle prime stanze si vede quella che era la stanza shunt, dove i prigionieri appena arrivati al campo attendevano di essere registrati, nella sua originale divisione spaziale. Dei tavoli sono collocati tra i pilastri e dividono la camera in due parti; dietro i tavoli vi erano gli uomini delle SS, insieme ai detenuti assegnati a lavorare alla registrazione dei prigionieri appena arrivati e a raccogliere i loro vestiti e gli oggetti personali. I tavoli espongono i documenti ufficiali con le liste dei prigionieri ai quali le SS assegnavano i numeri identificativi, privandoli così definitivamente di ogni individualità.

stanzaregistrazioni.JPG

Una delle punizioni inferte più di frequente era la fustigazione, come si può vedere nell’esposizione della panca sulla quale venivano fatti posizionare i detenuti per la tortura e del frustino…

dachao17

Un’altra punizione disumana che le SS amavano infliggere ai detenuti era il cosiddetto “polo sospeso”, effettuato all’interno dei bagni dei prigionieri, dove questi ultimi venivano legati, con le mani dietro la schiena, ad una catena, appesa a dei ganci che le SS avevano inserito su travi di legno poste tra i pilastri interni. Il prigioniero era costretto a stare su uno sgabello, che l’uomo di turno delle SS colpiva con un calcio. Questa forma di impiccagione era terrificante e spesso il malcapitato non vi sopravviveva o ne usciva con danni gravi e permanenti a polsi e spalle.

Anche cibo e acqua non erano sufficienti a coprire i bisogni minimi dei prigionieri e la loro privazione rappresentava un ulteriore strumento di tortura; con l’aumento smisurato dei detenuti poi, le condizione di malnutrizione peggiorarono ulteriormente:

dachao18

Verso la fine della mostra vi è esposta anche la porta originale del cancello d’entrata al campo di concentramento:

dachao16

Fuori dall’edificio spicca la scultura di Nandor Glid, che rappresenta le misure di sicurezza poste intorno al campo di concentramento, ossia pali recintati, fossati e filo spinato; anche i pali di cemento, che in qualche modo incorniciano la scultura, simboleggiano i sistemi di sicurezza. Gli scheletri rappresentano invece coloro che, devastati dalla disperazione, di gettarono nel filo spinato e i numerosi suicidi che avvennero nel campo.

dachao6

Un altro monumento, creato nel 1968 su iniziativa del Comitato Internazionale dei Prigionieri (principalmente politici) si erge vicino al precedente: si tratta di un rilievo con dei triangoli attaccati ad una catena, che rappresentano le targhette che distinguevano i detenuti a partire dal 1937. All’interno della scultura non sono esposti né il triangolo nero che era assegnato ai cosiddetti “asociali”, né il triangolo verde dei “prigionieri criminali”, né il triangolo rosa associato agli omosessuali. Il destino di queste altre vittime dimenticate fu oggetto di ricerca soltanto a partire dagli anni ’80.

dachao7

Sulla sinistra nella piazza dell’appello, si erge un monumento che recita “Mai più”, scritto con caratteri ebraici, poi in francese, inglese, tedesco e russo. Al di sotto vi è un’urna contenente le ceneri del prigioniero sconosciuto del campo di concentramento, cremato in questo campo di concentramento nel maggio 1967, e che ricorda le migliaia di cadaveri che furono bruciati nel forno crematorio.

dachao8

Più o meno al centro della piazza si erge poi un monumento progettato da un artista jugoslavo, Nandor Sguscaiava, sul quale è incisa in più lingue la seguente iscrizione: “Possa l’esempio di coloro che furono sterminati qui tra il 1933 e il 1945 a causa della loro lotta contro il nazionalsocialismo, unire i contemporanei nella loro difesa della pace e della libertà e nel rispetto della dignità umana”.

murodellamemoria.JPG

Proseguendo nel percorso si arriva ad un’area vastissima, nella quale si estendevano le baracche dei detenuti, l’una accanto all’altra; esse erano numerate e poste su due lati, a sinistra quelle con i numeri pari, a destra i numeri dispari. La foto purtroppo non rende giustizia alle sensazioni che si provano calpestando questa terra…

dachao9

Alla fine di questo immenso viale di baracche, vi sono i monumenti religiosi, tra cui “la cappella dell’Agonia Mortale di Cristo”, istituita per prima nel 1960 e il “Monumentale ebraico”, consacrato nel maggio 1967 in ricordo di tutti gli ebrei che hanno perso la vita in questo campo di concentramento. La stessa ringhiera situata lungo i lati della costruzione simboleggia il filo spinato, onnipresente all’interno del campo. Nel punto più basso della struttura, la luce filtra attraverso un’apertura nel soffitto. Sull’edificio è posta una menorah a sette braccia, fatta di marmo di Pek’in, un luogo in Israele dove, anche nei momenti peggiori e più difficoltosi, deve sempre risiedere almeno un ebreo, a simboleggiare la continuità del giudaismo. All’interno della struttura brucia la luce eterna, la “Ner Tamid”.

dachao10

La scritta sulla facciata della costruzione riporta: “Riempile di spavento, Signore, sappiano le genti che sono mortali”.

dachao11

Procedendo nel percorso verso la zona dei forni crematori, si passa attraverso questo cancello; tutta la linea che divide il campo dalla zona dei forni è contraddistinta dalla presenza di un fosso e da tantissimo filo spinato… Altre torrette di guardia disposte lungo questa linea ospitavano le guardie delle SS che controllavano e fucilavano i detenuti che tentavano di oltrepassarla. Spesso accadeva che fossero gli stessi uomini delle SS a spingere i prigionieri verso il fosso, per poi procedere alla loro fredda esecuzione.

dachao15

Eccoci arrivati alla zona dei forni crematori, sempre in funzione, giorno e notte, dove principalmente venivano smaltiti i cadaveri del campo di concentramento. Ma nel 1944 il numero di cadaveri era enormemente maggiore rispetto alla capacità dei forni e venivano ammucchiati l’uno sull’altro come pietre; tanto che, dopo la liberazione del campo da parte dei soldati americani alla fine di aprile del 1945, essi si trovarono di fronte allo spettacolo raccapricciante di innumerevoli cadaveri ammucchiati nel forno crematorio. I decessi documentati ammontano a 32.000; tuttavia migliaia di morti non furono ufficialmente registrati. All’interno di questa struttura, rimasta intatta fino ad oggi, i visitatori passano attraverso le camere dei forni e arrivano in una stanza con delle strane bocchette sul soffitto… erano le cosiddette “docce”! Le SS portavano i detenuti in una stanza dove si spogliavano e lasciavano i loro indumenti convinti di entrare nelle docce, ma di fatto venivano rinchiusi in una camera a gas, che fuoriusciva dalle bocchette in alto sul soffitto. L’ultima stanza del percorso dei visitatori all’interno di questa struttura porta alle camere di disinfezione dei vestiti dei detenuti.

dachao14

Nello spazio esterno spiccano due monumenti commemorativi: uno è il memoriale del “prigioniero ignoto” di Fritz Koelle, ai piedi del quale viene riportato: “Per onorare la morte, per avvertire il vivente”; e l’altro è il memoriale ebraico alle migliaia di morti sconosciute, il quale reca l’iscrizione: “Do Not Forget”, PER NON DIMENTICARE!

dachao12dachao13

Purtroppo per ovvi motivi non è possibile riportare tutto esattamente come l’ho visto e vissuto, ma ci tenevo comunque a condividere con voi questa esperienza. In questi anni di naufragio totale del genere umano, un posto così serve a ricordare a tutti noi che tragedie e disumanità di questo genere non devono più ripetersi e mi sento sicuramente di consigliare una visita in questi luoghi non solo a tutti voi che siete pazientemente arrivati alla fine di questo mio articolo, ma anche e soprattutto a coloro che, inebriati dalla loro ignoranza, si ergono a illustri conoscitori della storia e espongono fieri i simboli di quel flagello della razza umana che il nazismo di Hitler ha rappresentato.

A presto amici!

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI SUI SOCIAL:

Annunci

June Favorites – 2017

Salve lettori,

bentrovati e benvenuto a chi passa dal mio blog per la prima volta. Anche se con un po’ di ritardo, eccoci all’appuntamento con i preferiti del mese: quindi bando alle ciance e cominciamo subito:

Iniziamo parlando di scarpe e questi sandali in particolare si sono rivelati un ottimo acquisto, che sto sfruttando moltissimo! Li potete trovare da H&M al prezzo di 19,99€ e, oltre al rosa cipria, sono disponibili anche in nero e in rosso corallo. Io li adoro e li utilizzo praticamente con tutto, anche perché trovo questa tonalità di rosa super versatile e molto fine! Anche la linea stessa del sandalo non è banale e devo dire che indossati sono ancora più carini di come sembrano in foto…

hmprod
Fonte: http://www2.hm.com/it_it/productpage.0483567002.html#Cipria

Passiamo ora ad un acquisto relativo alla cucina, che ho preso casualmente passando da TIGER per la modica cifra di 3,00 € (se non sbaglio). Questo coltellino in ceramica è un portento: taglia benissimo ed è molto pratico da utilizzare viste le dimensioni contenute. Da quando l’ho acquistato è il mio coltello preferito e lo utilizzo principalmente per pulire e tagliare frutta e verdura. E’ un po’ insolito come oggetto da inserire tra i preferiti ma non potevo farne a meno, perché è davvero ottimo e io lo stra-adoro!!!

coltelloceramicacoltelloaperto

Procedendo nella lista dei preferiti del mese di Giugno, devo necessariamente inserire una coppia super-profumata costituita da un latte doccia e una crema fluida della linea Miss Princess di PUPA, nella profumazione “Confetti di zucchero”. In realtà fanno parte di un regalo che ho ricevuto per Natale, ma ho iniziato ad utilizzarli solo nell’ultimo mese: li ho tenuti da parte per l’estate, perché sono prodotti che adoro utilizzare in questo periodo, quando si fanno moltissime docce e il mio utilizzo dei profumi cala drasticamente per lasciare il posto alle creme profumate. Ovviamente non ci si può aspettare che la crema svolga una funzione molto idratante, ma la texture è leggera e non appiccicosa (il che col caldo estivo non è poco!) e il profumo è dolcissimo e resta sulla pelle per tutto il giorno.

PUPA

Parliamo adesso di trucchi e ovviamente non posso non inserire tra i preferiti del mese la mia BB Cream “estiva”, ovvero la BB Cream Perfecteur de teint “Texture légère” di SO’ BiO etic, che avete visto all’opera nel post precedente sul mio trucco estivo luminoso. E’ un prodotto dalla texture molto leggera, che dona un effetto luminoso e naturale, perfetto per il periodo estivo, quando preferisco avere poco trucco sul viso. Uniforma molto bene il colorito, ma la coprenza non è alta, quindi se avete una pelle molto problematica potrebbe non essere sufficiente. Io l’ho acquistata in una bio-profumeria al prezzo di 12,90€.

bbcream

Parliamo adesso di rossetti e in particolar modo di un rossetto di Wet n Wild della linea Matte Lipstick, nel colore “Bare it All”: si tratta di una bellissima tonalità di nude che sulle mie labbra risulta molto naturale, senza virare troppo sul marrone. In questo periodo in cui il mio trucco è sempre molto leggero e naturale, è perfetto per ogni occasione e con qualsiasi makeup! Quando ho voglia di un effetto un po’ più bagnato sulle labbra mi basta applicare una goccia di lucidalabbra di un color rosa chiaro al centro delle labbra e il risultato è bellissimo, ma anche fresco e naturale. Adoro questa linea di rossetti, sono ottimi e costano soltanto 2,99€…Se ancora non li conoscete ve li stra-consiglio!

wetnwildbareitallswatchbareitall

Bene amici, anche per il mese di Giugno è tutto! A presto con un nuovo post 😉

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI SUI SOCIAL:

Buon compleanno Anna’s Secret Garden!!!

Salve a tutti 🙂

esattamente un anno fa nasceva Anna’s Secret Garden, questo mio piccolo spazio dove mi racconto e vi racconto di esperienze, opinioni e abitudini. In questo brevissimo post voglio assolutamente ringraziare di cuore tutte le ragazze dolcissime che ho (seppur virtualmente) conosciuto grazie a questo blog e con cui scambio chiacchiere e consigli , tutti i lettori passeggeri o abituali che sono passati dal mio blog e in generale tutte le persone che hanno deciso di seguirmi…

Devo confessarvi che avevo molte incertezze quando ho iniziato questa piccola avventura, ma sono davvero tanto felice di averlo fatto perché il riscontro che ho avuto è stato sicuramente superiore alle mie aspettative… Mi auguro di riuscire (sebbene sia un periodo non proprio sereno), a scrivere tanti articoli interessanti e che questo NOSTRO piccolo spazio possa crescere e migliorare sempre di più!

E ora non mi resta che dire:

unnamed

Un abbraccio fortissimo ad ognuno di voi…GRAZIE ancora e… appuntamento al prossimo post 😉 ♥

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL:

Would you rather? | TAG

Ciao a tutti ❤

quest’oggi ho intenzione di rispondere, con un ritardo mostruoso (chiedo perdono!!!), ad un TAG molto bello. Sono stata invitata prima dalla sua bellissima ideatrice Eleonora (Taste of Makeup) e poi dalla carissima Daniela (Organic tales of beauty and health)… Le ringrazio entrambe di cuore per aver pensato a me <3… Quindi bando alle ciance e cominciamo subito con le domande:

1. Preferiresti perdere tutti i tuoi mascara, eyeliner, rossetti e lucidalabbra oppure tutte le palette e gli ombretti?

Direi che se dovessi necessariamente privarmi di qualcosa preferirei che fossero palette e ombretti perché senza eyeliner e mascara non potrei sopravvivere 😀

2. Preferiresti rasarti i capelli o non poterli tagliare mai più?

Questa domanda mi mette in serie difficoltà, considerando il fatto che non riesco mai a tenere lo stesso taglio per più di pochi mesi, quindi capirete quanto sia difficile rispondere. Credo tuttavia che preferirei non poterli tagliare più, avrei troppo freddo in inverno senza capelli ihihihih

3. Preferiresti avere delle guance color corallo o rosa?

Beh, anche questa è piuttosto difficile…Il color corallo vince in estate, il rosa in inverno…come la mettiamo? ahahahaha!!! Diciamo che avendo la pelle molto chiara e un sottotono rosato, mi orienterei sulle guance rosa.

4. Se avessi 1000$ da spendere, li useresti per i vestiti o per il makeup?

Se potessi fare metà e metà sarebbe sicuramente perfetto… Ma se dovessi invece scegliere se spenderli tutti quanti per vestiti o per il makeup, credo che resisterei più facilmente alla tentazione vestiaria che non a pennelli, ombretti, mascara e chi più ne ha più ne metta!!!

5. Preferiresti usare il rossetto come eyeliner o l’eyeliner come rossetto?

Se è un rossetto scuro sarebbe carino utilizzarlo come eyeliner…ci si potrebbe sbizzarrire! Pur adorando alla follia le labbra scure credo che l’eyeliner nero sulle labbra non sia il massimo…probabilmente non si muoverebbero più per la secchezza ahahaha 😀

6. Preferiresti comprare solo da MAC o solo da Sephora?

Scegliere tra MAC e Sephora è una vera tortura T.T …Col cuore in pezzi dalla mancanza dei rossetti MAC, che reputo i migliori mai provati, la varietà di Sephora però vincerebbe sicuramente, perché avrei la possibilità di acquistare molti più prodotti.

7. Preferiresti utilizzare per il resto della tua vita un solo colore di ombretto o un solo rossetto?

Qui non ho dubbi, sicuramente sceglierei di utilizzare per il resto della vita un solo colore di ombretto, magari un colore matt e neutro, adatto per ogni occasione, perché non potrei mai rinunciare a cambiare il colore del rossetto.

8. Preferiresti indossare vestiti invernali d’estate o vestiti estivi d’inverno?

Tendenzialmente soffro più il caldo del freddo, quindi non indosserei mai vestiti invernali d’estate. Sceglierei i vestiti estivi in inverno, ma resterei perennemente in casa con i termosifoni a palla 😀

9. Preferiresti avere per tutto l’anno unghie scure o unghie brillanti? 

Scure senza ombra di dubbio…il mio smalto preferito è il nero, quindi assolutamente no problem!

10. Preferiresti rinunciare al tuo prodotto per labbra preferito o al tuo prodotto occhi preferito?

Questa domanda spezza il cuore perché devo necessariamente scegliere il prodotto occhi…come si può fare a meno del mascara???

11. Preferiresti essere in grado di legare i capelli solamente con una coda o con uno chignon scompigliato?

Chignon tutta la vita!!! Lo adoro follemente, se è scompigliato ancora meglio!

12. Preferiresti non essere in grado di metterti più lo smalto o non usare mai più un lipgloss?

Preferirei senza dubbio non usare mai più un lipgloss! Non è un prodotto che amo quindi non sarebbe sicuramente un problema farne a meno.

13. Preferiresti rasare del tutto le tue sopracciglia o doverle disegnare con un pennarello tutti i giorni?

Beh preferisco sicuramente tenermi le mie sopracciglia e stargli dietro a sistemarle piuttosto che rasarle, mamma mia!!!

14. Preferiresti vivere senza makeup o senza smalto?

Mio caro smalto per quanto io ti adori, il makeup vince sempre per me!!!

Bene miei cari, il tag è finito e ora dovrei fare le mie nomine… Tuttavia essendo in mega ritardo nelle risposte, immagino che molte di voi abbiano già partecipato, quindi non taggo nessuno in particolare, ma rivolgo il mio invito a rispondere a chiunque di voi non lo abbia già fatto.

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL:

 

Recensione Fondotinta Dress Me Perfect di Deborah

Buongiorno mascherine e buon martedì grasso, 🙂

oggi vi voglio parlare di un prodotto che sto testando ormai da un bel po’, il fondotinta di Deborah, DRESS ME Perfect. Inizio subito col farvi vedere il prodotto in questione:

Cattura

Le colorazioni disponibili sono cinque; io ho preso la più chiara, la numero 01 – Fair. Il fondotinta ha una coprenza media e un SPF 15. La boccetta è in vetro con applicatore a pompetta e contiene 30 ml di prodotto per una durata di 12 mesi. Questo fondo non contiene parabeni e, secondo le indicazioni sull’etichetta, è adatto a tutti i tipi di pelle. Il prodotto promette di fondersi perfettamente al colore del viso e di lasciar respirare la pelle, ottenendo un risultato naturale e perfetto. Quando l’ho preso da Acqua e Sapone era in offerta e l’ho pagato 9,90€, ma se non sbaglio il prezzo pieno è intorno ai 14,00€. Come potete vedere dalla foto in basso, la texture è piuttosto fluida…

goccia

Dunque,  vediamo quali sono i punti di forza e di debolezza di questo fondotinta…

COSA MI E’ PIACIUTO:

  • Il fatto di avere l’applicatore con la pompetta generalmente non mi fa impazzire perché spesso quando il prodotto è in fine, se ne spreca una quantità considerevole, che rimane “intrappolata” e irrecuperabile sul fondo della boccetta. Questo fondo invece riesce ad ovviare al problema perché la pompetta si può svitare, permettendo così di prelevare tutto il prodotto restante;
  • La coprenza è davvero buona, ma può essere tranquillamente stratificato, senza creare quell’antiestetico effetto mascherone;
  • Non risulta affatto pesante sul viso, non sento la pelle grassa, tanto che dimentico di averlo;
  • Ha un SPF 15 che è sicuramente una cosa positiva;
  • Si fonde veramente con il colore della pelle e l’effetto che si ottiene è molto naturale.

COSA NON MI E’ PIACIUTO:

  • Una cosa che mi ha lasciata perplessa di questo fondo è stata l’applicazione, nel senso che, mettendolo con il kabuki o con un flatbuki, mi ha lasciato della striature sul viso e l’effetto non era affatto dei migliori. Il metodo di applicazione che ho trovato più adatto è quello di stenderlo con le mani, oppure con una spugnetta precedentemente umidificata;
  • Non è un prodotto a lunga tenuta;
  • Mette in risalto le pellicine o le zone di secchezza sul viso.

Dunque, cercando di tirare le somme, posso dirvi che tutto sommato mi è piaciuto abbastanza, ma sicuramente non è il top che abbia mai provato. Mi piace come si adatta sul viso, ma non lo trovo assolutamente adatto ad ogni tipo di pelle; va benissimo per una pelle normale o mista, ma non mi sento di consigliarlo a chi ha problemi di pelle molto secca o grassa. E’ sicuramente un fondotinta che regala un bellissimo effetto naturale, senza appesantire, cosa che mi è piaciuta molto e che lo rende particolarmente adatto ad essere indossato durante il giorno.

Spero come sempre che questa recensione vi sia stata utile e di avervi dato tutte le informazioni del caso. Vi abbraccio e vi do appuntamento al prossimo post 😉

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL:

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO VOTA IL MIO BLOG CLICCANDO SUL BANNER IN BASSO

classifiche

Mini Shopping Haul

Cattura

Buona domenica fanciulle/i,

siamo nel giorno della settimana dedicato al divano e al riposo e mentre mi rilasso, guardando il mio compagno che gioca con la sua PS4, ho pensato di approfittarne per salutarvi e farvi vedere qualche acquistino dell’ultimo periodo. Sono veramente quattro cose ma volevo comunque condividerle con voi..

Il primo “danno” l’ho fatto da OYSHO, dove ho acquistato un pigiama e un pantalone in saldo.

pigiamiIl pigiama completo è a tema “leggermente” natalizio e lo so, sono fuori stagione, ma mi piaceva troppo e ho deciso di prenderlo lo stesso 😛 …Il pantalone è molto caldo e confortevole, mentre la maglia è in cotone più leggero. Prezzo 12.99 €!

Il pantalone singolo invece è piuttosto leggero e particolare. Ha un bellissimo motivo floreale su sfondo color corda e un fiocco di colore più scuro in vita. Lo trovo carinissimo, tanto che quasi non sembra un pigiama. Il costo è sempre lo stesso, 12,99 €.

Poi, purtroppo per il mio autocontrollo, sono entrata da SEPHORA e mi sono lasciata tentare dalle mini-size di due prodotti che mi incuriosivano molto, la versione da 4 gr della cipria HD di Make Up For Ever, e il piccolo They’re Real! Push-up Liner di Benefit; i prezzi sono rispettivamente 16,90€ e 12,50€. La cipria faceva parte della mia wishlist (ma proprio quella dei sogni) e questa mini size mi è sembrata un’ottima occasione per testare l’efficacia del prodotto. Stesso discorso vale anche per l’eyeliner di Benefit di cui ho sentito parlare molto. Vi farò sapere se questi prodotti saranno all’altezza delle mie aspettative, ma intanto ve li faccio vedere…

sephora

sephora1

Bene miei cari, per questa domenica è tutto, io vi ringrazio come sempre, vi auguro un buon proseguimento di giornata e vi do appuntamento al prossimo post 😉

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL:

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO VOTA IL MIO BLOG CLICCANDO SUL BANNER IN BASSO

classifiche

Recensione prodotti EKOS PERSONAL CARE

Ciao a tutti miei cari lettori ❤

Eccoci di nuovo qui con una bella recensione… Oggi vi voglio parlare di una linea di prodotti ecobio che sto testando da un po’, la Ekos Personal Care. Si tratta di prodotti certificati ICEA e non testati sugli animali, abbastanza economici e facili da reperire da Tigotà e Acqua e Sapone. Il primo di questi prodotti che ho avuto modo di testare è uno shampoo, ma successivamente ho acquistato anche un balsamo, un detergente mani e un bagnoschiuma. Vi faccio vedere subito i prodotti in questione…

prodottiEkos

Partiamo dal primo entrato in casa Anna’s Secret Garden, vale a dire lo Shampoo con estratto biologico di Avena.

PAO: 12 mesi
Quantità: 500 ml
Prezzo: 2,99€

shampoo

incishampoo
UNO SGUARDO ALL’INCI

Lo shampoo è incolore e ha una consistenza piuttosto liquida. Lava bene i capelli, ma senza lasciare quell’effetto tipo “piatti appena lavati con lo Svelto” (che descrizioni!! 😂). Io generalmente faccio due applicazioni, ma durante la prima, la schiuma che si crea è davvero poca e leggera, a meno di mettere una quantità eccessiva di prodotto. Io mi ci trovo molto bene perché è un ottimo compromesso per il mio tipo di capelli. Li lava bene, non mi dà pruriti o irritazioni e i capelli non si sporcano subito. Tenete presente che io lavo i capelli in media due volte a settimana, ma con altri tipi di shampoo ho avuto la necessità di lavarli anche tre volte, quindi per me è un ottimo risultato! Il profumo non è sicuramente qualcosa di inebriante o che resta a lungo sulle chiome, ma è piuttosto delicato, come tutto il resto dei prodotti della linea. Due difetti che ho trovato in questo shampoo sono sicuramente il fatto che non faccia molta schiuma e il fatto che sotto la doccia, dopo averlo applicato, i capelli risultino leggermente stopposi, effetto che tuttavia svanisce in fretta non appena si applica il balsamo. Lo trovo sicuramente adatto a capelli normali, mentre lo sconsiglio a chi di voi ha i capelli molto secchi, perché potrebbe peggiorare la situazione. Tuttavia questo marchio propone altri due tipi di shampoo tra i quali potreste trovare quello più adatto a voi, uno dedicato ai capelli secchi con estratto biologico di mandorle dolci e uno per i capelli grassi con estratto biologico di achillea, quindi magari dateci un occhio se riuscite a trovarli 😉

Passiamo ora al secondo prodotto di cui vi voglio parlare e restiamo in tema capelli. Questo è il Balsamo con succo di Aloe Biologico.

PAO: 12 mesi
Quantità: 250 ml
Prezzo: 2,99€

balsamo

incibalsamo
UNO SGUARDO ALL’INCI

Questo prodotto promette di districare dolcemente i capelli e nutrirli, senza appesantirli, grazie alla presenza di burro di karitè e olio di girasole. Il balsamo si presenta di colore bianco e la consistenza non è particolarmente densa. Una volta applicato, elimina subito quella sensazione di stopposo che lascia lo shampoo di cui vi ho appena parlato e i miei capelli risultano morbidi. E’ molto delicato anche nella profumazione, che praticamente è come se non ci fosse. Non so darvi molte informazioni in merito all’efficacia districante su capelli molto lunghi, ricci o secchi, ma su di me svolge bene il suo lavoro, senza appesantirli, cosa che ritengo di fondamentale importanza. Sicuramente dovrebbero creare una linea anche per capelli danneggiati, secchi o trattati e spero di vederla presto negli scaffali. Potrebbe essere un buon prodotto anche se avete l’abitudine di lavare i capelli con il metodo cowash.

Passiamo adesso al Bagnodoccia con estratto biologico di Malva.

PAO: 12 mesi
Quantità: 500 ml
Prezzo: 2,50€

bagnodoccia

incibagnodoccia
UNO SGUARDO ALL’INCI

Anche per quanto riguarda questo bagnodoccia non ho molto di cui lamentarmi, a parte l’eccessiva liquidità del prodotto. Il colore è sempre piuttosto trasparente e le profumazioni sono sempre molto delicate per ogni prodotto di questa linea, quindi, se sul corpo amate sentire profumi inebrianti, probabilmente questa non vi lascerà del tutto soddisfatti. A me è piaciuto molto, non ho notato secchezza della pelle dopo il suo utilizzo, anzi l’ha lasciata piuttosto morbida e idratata. Se siete alla ricerca di un bagnoschiuma con buon inci e che non abbia dei prezzi eccessivi io vi consiglio di dargli una chance.

Ultimo prodotto di cui vi parlo è il Detergente viso e mani con estratto di Bardana, antibatterico naturale.

PAO: 12 mesi
Quantità: 350 ml
Prezzo: 2,50€ (in offerta)

detergente

incidetergente
UNO SGUARDO ALL’INCI

Il prodotto è sempre incolore, ma la profumazione è leggermente floreale. Questo prodotto finirà sicuramente tra i preferiti del mese perché mi sta aiutando molto con qualche problemino di imperfezioni che ho in questo periodo. E’ un detergente delicato, non secca la pelle e non la arrossa, anche se lo utilizzo con la spazzola Face Cleansing di Imetec. Fa un’ottima schiuma e lascia il mio viso morbido e pulito. Se avete la pelle molto secca potreste provare, in alternativa, la versione con estratto di riso.  A me è piaciuto tantissimo e lo ricomprerò sicuramente!

La mia valutazione generale per quanto riguarda questi prodotti è assolutamente positiva! Trovo che abbiano un ottimo rapporto qualità-prezzo e che siano un’alternativa validissima a chi vuole passare al bio senza spendere una fortuna. Spero che amplino ulteriormente la gamma di prodotti e che migliorino le profumazioni in modo da essere gradevoli anche per chi ama gli odori intensi. E voi avete mai provato qualche prodotto di questo marchio? Ne siete incuriosite? Ditemi tutto nei commenti.

Io vi ringrazio e vi do appuntamento al prossimo post 😉

xo xo 💋

nome_

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL:

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO VOTA IL MIO BLOG CLICCANDO SUL BANNER IN BASSO classifiche

January Favourites

Buongiorno fanciulle 🙂

eccoci qui all’appuntamento mensile con i preferiti del periodo. Come al solito vi faccio vedere subito di cosa si tratta e poi procediamo a vederli singolarmente…

tutti

Il primo dei preferiti di cui vi voglio parlare e che ho stra-utilizzato è la sciarpa nera pelosina che vedete in alto a destra nella foto e che ho preso al mercato per la modica cifra di 5€. Si tratta di una sciarpa chiusa, ad anello e la trovo comodissima perché oltre ad essere nera e quindi ad intonarsi perfettamente con tutto il mio guardaroba, è anche molto lunga, quindi posso fare due o tre giri a seconda dall’entità del gelo all’esterno :D… E poi è veramente morbidissima *____*

Procedendo nella nostra carrellata di preferiti non potevo non inserire il secondo accessorio più utilizzato del periodo, acquisto piuttosto recente, il mio favoloso cappello a falda larga di cui vi ho già parlato nel post Haul Saldi – Part I, quindi rimando ad esso per ogni informazione ulteriore 😉

Andiamo avanti con un’altra delle mie ossessioni del periodo e da buona “tè e tisane dipendente”, ne inserisco una nella lista: sto parlando di un acquisto che ha totalmente conquistato il mio cuore in queste fredde serate invernali, la tisana “Calma Interiore” di Yogi Tea. Buonissima e rilassante, è ideale da bere la sera quando si va a letto o mentre ci si rilassa con un buon libro. Gli ingredienti sono: camomilla, fiori di tiglio, finocchio, cardamomo, malto d’orzo, ibisco, liquirizia, erba medica, foglie di lampone, scorza d’arancia, rosa canina, zenzero, cannella, chiodi di garofano e pepe nero. La trovate da Natura Sì al prezzo di 3,98€.

tisana

Passiamo ad un prodotto di bellezza che ho inserito anche nel post sulla mia skincare routine (se ve lo siete perso cliccate qui), vale a dire il contorno occhi di Omnia Botanica all’olio di rosa mosqueta. Questo prodotto mi sta piacendo tanto, non brucia, ha un buonissimo profumo di rosa, ha una consistenza molto leggera e ne basta veramente pochissimo, insomma io lo trovo OTTIMO! Non ricordo il prezzo con precisione, l’ho preso in promozione da Tigotà e se non erro era intorno ai 5 euro.

Per quanto riguarda il make-up un prodotto che ho utilizzato tantissimo in questo periodo e che deve necessariamente entrare nella mia lista dei preferiti è il Lasting Gel Eyeliner di KIKO. L’ho acquistato un bel po’ di tempo fa in offerta, ma non lo avevo ancora testato perché generalmente trovo più pratici quelli in penna; durante il periodo natalizio mi sono decisa a provarlo e devo dire che fa il suo dovere. La formula è molto cremosa e il prodotto è facilmente lavorabile. Il colore è intenso e la durata ottima. Io l’ho applicato al mattino e alla sera era ancora al suo posto. Da quando ho iniziato ad applicarlo con il fine liner 315 di zoeva poi, riesco ad ottenere un risultato ancora più preciso e mi sta piacendo davvero tantissimo! Il prezzo è di 7,90€, ma al momento dovrebbe essere in saldo a 3,90€. Ho notato che ci sono opinioni molto discordanti su questo prodotto e c’è chi dice di avere grosse difficoltà nello struccaggio; per quel che mi riguarda mi sto trovando molto bene e il mio fidato olio di cocco mi aiuta a rimuoverlo con efficacia. Fatemi sapere se lo avete provato e cosa ne pensate 😉

eyeliner

Procediamo con il penultimo preferito del mese, che è un regalo di Natale del mio ❤ e che credo farà parte dei miei preferiti in assoluto di sempre…sto parlando del profumo di Alien di Thierry Mugler. Molte di voi lo utilizzeranno già oppure ad alcune non piacerà, ma io lo adoro nella maniera più assoluta! E’ abbastanza forte ed intenso, e io lo trovo davvero bellissimo… doveva entrare di diritto in questa lista di prodotti!!!

alien

L’ultimo preferito di cui voglio assolutamente parlarvi è una golosità che era nella mia calza della befana e vi giuro che è una vera droga. Sono dei cioccolatini Lindt all’82% di cacao. Amanti del fondente, dovete averlo! E’ una vera e proprio goduria e sto iniziando a disperarmi perché sono quasi finiti e temo seriamente di andare in crisi di astinenza. Se amate il fondente e trovate questa cioccolata prendetela assolutamente, non ve ne pentirete.

cioccolatini

Per quanto riguarda le mie ossessioni del mese abbiamo terminato! Come sempre vi ringrazio e aspetto di leggere tutti i vostri commenti…

xo xo 💋

nome_

Seguitemi anche sui social:

SE VI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO VOTATE IL BLOG CLICCANDO IL BANNER QUI SOTTO
sito

Home Made Nutella

Buongiorno a tutte stelline 🙂

oggi vi voglio proporre una ricetta sperimentata giusto questo fine settimana, quando ho deciso di provare a realizzare la Nutella fatta in casa. Premetto che io non sono una consumatrice della famosa crema alla nocciola, ma tendo a preferire delle versioni più “sane” come la Nocciolata Rigoni di Asiago oppure, quella che ritengo migliore in assoluto, la Crema Novi, che presenta il 45% di nocciole al suo interno (una vera golosità 😋). Essendo una prova, io ne ho preparata una quantità molto piccola, ma se provate a riprodurla potreste anche pensare di aumentare le dosi. Questi sono gli ingredienti che ho utilizzato:

  • 113 gr di nocciole tostate;
  • 20 gr di cacao amaro;
  • 90 gr di zucchero di canna;
  • 15 ml di olio di semi di girasole;
  • essenza di vaniglia.

Mettiamo prima a tritare molto finemente le nocciole che, con il calore del frullatore, inizieranno già ad agglomerarsi leggermente. Tritatele il più finemente possibile, fino a creare una sorta di farina. Ora possiamo aggiungere lo zucchero e frullare nuovamente. Uniamo quindi il cacao e l’estratto di vaniglia (se usate la vanillina non esagerate, altrimenti sentirete uno strano pizzicore in bocca). Per finire aggiungiamo l’olio di semi e frulliamo il tutto per amalgamare bene tutti gli ingredienti.

A questo punto la crema alle nocciole è pronta. Io l’ho versata in un pentolino e passata sul fuoco a bagnomaria qualche minuto, giusto per essere certa che lo zucchero si fosse sciolto e che il composto fosse ben amalgamato.

nutella_

nutella

Se riuscirete a tritare molto finemente le nocciole, avrà una consistenza sicuramente molto più liscia della mia. Io ho utilizzato un frullatore piccolo perché la quantità di nocciole era limitata, e purtroppo non sono riuscita ad ottenere una farina molto fine…avrei sicuramente raggiunto un risultato migliore se avessi usato il robot da cucina, ma vi posso assicurare che il sapore è davvero buono. Se volete potete anche sostituire lo zucchero di canna con dello zucchero a velo, in questo modo otterrete un composto ancora più liscio.

E ora, non ci resta che gustare la nostra nutella homemade su una fetta biscottata o sul pane… 😋😋😋 Buon appetito!!!

colazione_

Io spero di avervi dato uno spunto utile e che questa golosità accompagni le vostre merende pomeridiane o le vostre colazioni e ovviamente scrivetemi nei commenti se deciderete di riprodurre questa crema deliziosa 😉

Un bacione e alla prossima 😉

xo xo 💋

nome_

Seguitemi anche qui:

HAUL SALDI – PART II

Buondì a tutti miei cari 🙂

oggi sono qui con la seconda parte del mio shopping, e questa volta ho approfittato dei saldi sul sito di Maquillalia, che probabilmente molte di voi già conosceranno. Premetto che per me è stata la prima volta, ma ne sono rimasta veramente soddisfatta, sia per quanto riguarda la velocità di spedizione, sia per i prezzi e la disponibilità di prodotti. Credo che farò molti altri acquisti su questo sito, SUPER-CONSIGLIATO!!!! +++

L’ordine è stato fatto il 12 gennaio e il 15 ho ricevuto il pacco, che si presentava così…

pacchetto

Il tutto era avvolto in una “millebolle” (si chiama così vero? vi prego, ditemi di sì) super protettiva e sono arrivate in omaggio anche un paio di tisane della Yogi Tea (ma è la prima volta che ordino e questi già mi conoscono così bene? 😂 ).

imballo

Comunque, questo è il bottino:

1

Come avete visto, ho preso tre palette di Make-up Revolution approfittando della promozione 3×2, vale a dire prendendo tre prodotti di questo marchio, quello dal prezzo inferiore era gratis; ho poi ordinato anche un pennellino da eyeliner di Zoeva e un rossetto di Hean, anch’esso in promo. Vi lascio qui tutti i prezzi:

  • Make-up RevolutionPalette di ombretti Redemption – Iconic Elements 4,95€
  • Make-up Revolution – Palette di ombretti Redemption – Hot Smoked 4,95€ (gratis)
  • Make-up RevolutionPalette viso e occhi Euphoria – Bronzed  7,95€
  • Zoeva – Ref.315 – Fine eyeliner pennello 6,80€
  • Hean – Classic CLASSIC – Nº5CT  0,99€ (in promo)

Ora, entriamo più nel dettaglio e parliamo un po’ di questi acquisti. La prima palette che vi faccio vedere è la Iconic Elements, dai classici toni nude che fa sempre bene avere

palettenude
FLASH
palettenudenoflash
LUCE NATURALE

Vi lascio anche gli swatches, ma premetto che i colori chiari non si vedono bene, perché si sono totalmente fusi con il mio incarnato cadaverico…

swatchesnude
SWATCHES

Questa invece è l’altra palette, dai toni più scuri, la Hot Smoked

palettedark
FLASH
palettedarknoflash
LUCE NATURALE
swatchespalettedarkflash
SWATCHES

Questa è invece la terza palette, che trovo molto utile, in quanto contiene sei ombretti dai colori neutri ma molto luminosi, una terra, un illuminante e un blush dai toni pescati: perfetta quindi se si viaggia e si vuol evitare di portarsi dietro troppi trucchi..

palettebronzerconflash
FLASH
palettebronzer
LUCE NATURALE

 

swatchesbronzepalette_flash
EYESHADOWS
bronzeealtrinoflash
BRONZER – HIGHLIGHTER – BLUSH

E questi sono gli ultimi due prodotti che ho preso dal sito:

pennello

pennellomacro

rossettomacro

rossetto

swatchesrossettoconflash

Dunque, riassumendo e cercando di delineare un quadro delle prime impressioni, posso dirvi che le palette mi sono piaciute moltissimo. I colori sono molto belli e la pigmentazione è davvero buona, per un prodotto così a basso costo poi…sono rimasta piacevolmente sorpresa! Se proprio dovessi trovar loro un difetto, direi che sono un po’ polverose, ma nulla per cui non si possa chiudere un occhio. Per quanto riguarda la durata, non posso ancora esprimermi a dovere, perché non ho avuto modo di testarli per bene.

Il pennello è perfetto, finalmente riesco a fare una linea precisa utilizzando l’eyeliner in gel di KIKO (di cui vi parlerò più avanti).

In ultimo, c’è il rossetto di Hean, un nude rosato, non molto pigmentato, come potete vedere dalla foto, ma che regala un bellissimo effetto sano e naturale alle labbra. E’ molto morbido e confortevole da portare, ma anche di questo prodotto non ho ancora testato la durata.

Questo è quanto per oggi donzelle, vi lascio i link ai social dove potete seguirmi e vi do appuntamento al prossimo post 😉

xo xo 💋

Anna